Chiudi
INmyBank
INmyBank
Codice utente
Password
Accedi
Scarica l'app CRCento SmartBank
CORE Banking
CORE Banking
Codice Postazione
Alias
Password
Accedi
Scarica l'app CRCento mobile CORE
Chiudi
Ricerca nel sito
Ricerca nel sito
Cerca
Chi Siamo
Chi Siamo
Men¨
Chiudi
Sisma Emilia
La Cassa di Risparmio di Cento e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento sono scese tempestivamente in campo per supportare il territorio e la comunitÓ colpiti dal violentissimo terremoto del 20 e 29 maggio 2012.

Per un sostegno immediato Ŕ stato attivato unáconto corrente di solidarietÓá attraverso il quale tutti i cittadini hanno contribuito alle prime necessitÓ delle tante persone danneggiate dal terremoto e, pi¨ in generale, alla ricostruzione del territorio, da sempre contraddistinto per operositÓ, ricchezza culturale e artistica e solidarietÓ.á

Le donazioni raccolte sono state devolute a 9 comuni che hanno accusato maggiormente il sisma: Finale Emilia, Crevalcore, Vigarano Mainarda, Sant'Agostino, Poggio Renatico, Galliera, Pieve di Cento, Bondeno e Mirabello.

La banca ha inoltre messo a disposizioneá un plafond di 40 milioni di euro per i privati e le imprese le cui abitazioni, impianti produttivi o uffici sono stati colpiti dagli effetti del sisma.

Anche i dipendenti di Cassa di Risparmio di Cento hanno devoluto ore di lavoro per un totale di 30 mila euro, donazioni che hanno contribuito alla realizzazione dell'area esterna e della palestra della scuola primaria Carducci di Cento.

La stessa Direzione Generale della Banca e diverse filiali hanno riportato danni strutturali che hanno costretto alla delocalizzazione temporanea di molti uffici ed agenzie.

A fronte del terremoto del 2012 e dell'alluvione che ha interessato alcuni comuni del modenese nel febbraio del 2014, Cassa di Risparmio di Cento ha inoltre attuato i provvedimenti del governo italiano e della Regione Emilia Romagna al fine di sospendere o ritardare le rate, i mutui e i finanziamenti in essere.
Condividi
Condividi su Facebook
Condividi su Linkedin
Copia link